DHOMO MAG

Smart home: l’ultima frontiera del vivere sostenibile

Chi acquista casa oggi è sempre più alla ricerca di soluzioni che riducano il consumo di energia e l’impatto ambientale. Ognuno di noi è sempre più consapevole, infatti, di come il proprio stile di vita influenzi pesantemente la fragilità dell’ambiente in cui ci troviamo a vivere: se da una parte l’impegno in pratiche sostenibili e l’acquisto di elettrodomestici a basso consumo energetico possono rappresentare importanti azioni da adottare, una soluzione permanente e di grande impatto è rappresentata dall’utilizzo sempre più diffuso della domotica.

L’automazione domestica offre infatti il controllo di ogni sistema all’interno di un’abitazione: regola il clima, l’irrigazione, l’elettricità, l’illuminazione, la ventilazione automatica o naturale, l’oscuramento e i sistemi di sicurezza attraverso applicazioni o sistemi a distanza. Non solo, la domotica consente a una complessa rete di sistemi di interagire tra loro in modo intelligente. In particolare, l’automazione domestica consente ai sistemi di reagire, su base personalizzata, a stagioni, tempo, movimenti, occupazione, temperatura, umidità e altre condizioni ancora. Ciò significa che, oltre al controllo istantaneo, i proprietari di un’abitazione possono configurare determinate azioni affinché ogni sistema reagisca autonomamente nelle varie stagioni dell’anno.

Con un sistema di domotica, ad esempio, vari sottosistemi come la sicurezza, l’irrigazione e il clima possono essere impostati per rispondere l’uno all’altro in modo da risparmiare energia. L’apertura di una finestra può spegnere automaticamente l’aria condizionata in quella particolare area. Ombre artificiali possono essere programmate per limitare la luce del sole durante le giornate estive, mantenendo così il fresco senza dover accendere l’aria condizionata. Possono essere registrati eventi personalizzati per modificare automaticamente il consumo di energia quando è previsto il nostro rientro a casa o quando invece siamo in ferie. Le opportunità di risparmio energetico attraverso l’automazione domestica sono notevoli.

Questi sistemi permettono anche di monitorare la loro produzione di energia in tempo reale oltre che monitorare il consumo di energia dei dispositivi di casa, aiutando ad evitare il cosiddetto “phantom power,” l’effetto che si verifica nei prodotti in modalità di “stand-by” che continuano a consumare energia anche quando non sono realmente utilizzati.

La “green architecture” inizia con la gestione e il controllo dell’energia, ma non finisce con esso. Gli stessi sistemi che forniscono il monitoraggio e la conservazione dell’energia, infatti, forniscono ben altri benefici al proprietario di una casa: il controllo e l’automazione di sistemi di intrattenimento come la diffusione audio, sale multimediali o il controllo della temperatura dell’acqua della piscina o della spa.

Fortunatamente, sempre più spesso sistemi di automazione sofisticati ma facili da usare vengono inseriti fin da subito nel progetto di nuove abitazioni. Chi costruisce oggi deve quindi saper sfruttare l’automazione domestica collaborando con esperti di integrazione tecnologica specializzati in progetti d’edilizia sostenibile.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Approfondisci