DHOMO MAG

Come rendere la vostra casa completamente Zen

Come rendere ZEN la vostra casa in 10 passi

Ritagliarsi momenti di tranquillità e relax all’interno della nostra vita rumorosa e disordinata è un’impresa sempre più complicata, non perché non ci siano voglia e pensiero, ma perché, immersi in un mondo che corre, non siamo liberi di gestire in autonomia il nostro tempo. E’ tuttavia possibile affidarsi anche agli spazi interni della nostra casa per garantirci un ambiente che inviti al rallentamento, al respiro e al riposo. Stiamo parlando di un fenomeno sempre più diffuso che ha legato l’interior design alla saggezza e ai principi dello Zen, l’antica pratica buddhista che ricerca, attraverso la lentezza, di raggiungere una consapevolezza del sé nel qui ed ora.

Lo Zen applicato all’arredo degli interni si traduce in un particolare modo di organizzare gli spazi creando un’atmosfera che aiuti a dimenticare lo stress e la fatica di giornate che a volte riescono ad essere davvero estenuanti. Di seguito, 10 semplici passi per trasformare la vostra casa in una zona di relax, in un ambiente… Zen.

 

1. Scegliete i colori della terra

Un design di ispirazione Zen è fatto di colori naturali dai toni tenui come il bianco, il grigio, le sfumature del beige o del beige rosa, che hanno il potere di generare una sensazione di rilassamento e calma. L’armonia cromatica tra i vari elementi, così come la continuità visiva tra pareti, mobili e pavimenti senza soluzione di continuità riesce a rallentare il pensiero.

Se abbiamo una camera monocromatica, possiamo ricreare un equilibrio abbinando un colore dominante ad esempio con una cornice, un oggetto o tessuti strutturati.

 

2. Portate morbidezza sotto ai vostri piedi

Il parquet è il pavimento perfetto che ci permette di riallacciare il contatto con un elemento che per natura ci trasferisce serenità e armonia. Da preferire pavimenti con colori e trattamenti naturali che fanno respirare il legno e non emettono V.O.C.

 

3. Sì a tessuti naturali e leggeri

I tessuti devono trasmettere naturalità, luminosità e comfort. Uno degli elementi essenziali dell’arredamento Zen sono le tende, simbolo di intimità, perché custodiscono dal rumore, dalle correnti d’aria e da tutto ciò che è esterno a noi. Sceglietele con cura e pazienza e optate per tessuti naturali, come lino o lana. Ricordate di abbinarle ai colori della stanza.

 

4. Optate per una luce morbida e naturale

Per uno spazio completamente rilassante utilizzate una luce calda, soffusa, in grado di riprodurre una luce naturale o simile a quella delle candele. Posizionare diverse fonti di luce vi permetterà di controllare l’intensità delle varie aree da illuminare. Evitate di proiettare una luce forte dal soffitto e preferite un mix luci riflesse e indirette.

 

5. Scegliete mobili dalle forme semplici e naturali

L’arredamento in stile Zen è caratterizzato da linee semplici e chiare che evitino dettagli complicati e decorazioni eccessive. I mobili dovrebbero essere di alta qualità e realizzati in materiali naturali capaci di portare un senso di calore e relax. Poiché la camera da letto è di solito la stanza fondamentale di un interno Zen, in quanto deputata al riposo, ecco alcune raccomandazioni speciali:

– Posizionate il letto vicino a una fonte di luce naturale ed evitate di metterlo di fronte alla porta o a una zona di passaggio.

– L’altezza del letto dovrebbe essere quella con cui ci si sente più a proprio agio. Tuttavia i letti alti, sopra i 55 cm, di solito accentuano la sensazione di comfort.

– Limitate le decorazioni del letto: utilizzate mohair, lana o copertine sfoltite e non esagerare con i cuscini. I comodini sono utili e piacevoli ma, ancora una volta, fate attenzione a scegliere pezzi che si integrino bene nell’insieme in quanto a materiali, forme e colori.

– Per un angolo lettura scegliete una poltrona semplice e comoda.

 

6. Profumate la vostra camera con essenze naturali

Uno spray di lino fatto in casa, candele di soia o cera d’api, oli essenziali sono tutti modi naturali per amplificare il senso di benessere durante la permanenza nel vostro ambiente. Ricordate che la sensazione dovrà risultare calmante quando è il momento di dormire, ma rinvigorente al momento del risveglio.

 

7. Limitate ornamenti e decorazioni

Anche per le decorazioni murali la parola d’ordine è semplicità. Evitate intere pareti o collezioni di dipinti o foto: mantenete solo quelli che vi sono particolarmente cari.

 

8. Eliminate gli elementi di disturbo elettronici

I dispositivi elettronici sono spesso una fonte di distrazione. Tuttavia, se avete bisogno di mantenere il televisore in camera da letto, per esempio, assicuratevi di metterlo in una zona discreta o di nasconderlo in un armadio appositamente progettato. Inoltre, assicuratevi di nascondere tutti i fili e i cavi che potrebbero distorcere l’atmosfera serena dell’intero ambiente.

 

9. Respirate con le piante verdi

Le piante producono un effetto calmante grazie ai loro colori verdi lenitivi e forniscono ossigeno. Evitate, però, fiori che necessitano di manutenzione speciale o possono emanare profumi troppo intensi. Gli alberi bonsai sono una scelta perfetta.

 

10. Evitate il disordine

Accessori e soprammobili vanno ridotti al minimo indispensabile: il disordine può inibire il rilassamento. Eliminate il superfluo mantenendo solo l’essenziale, ma sentitevi liberi di aggiungere tutto ciò che possa portarvi pace o aggiungere comfort alla vostra permanenza.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Approfondisci